Corso Funi su Albero Barca a Vela in CALENDARIO

Il corso funi su albero barca a vela, solitamente sono svolti su richiesta. Per questo motivo questo la frequenza oraria e la data del corso è concordata. In questo modo rendiamo flessibile il percorso formativo alle vostre esigenze. Allo stesso modo alle esigenze dei partecipanti o alle necessità aziendali. Per effetto di questo le date dei corsi potrebbero subire variazioni. Ad ogni modo confermata la data del corso, la stessa non sarà modificata. Questo indipendentemente da ulteriori richieste pervenute. In ogni caso il corso sarà attivato al raggiungimento del numero di iscritti.

TIPO di CORSO FORMAZIONE TEORIA FORMAZIONE PRATICA TOTALE ORE SINGOLO PARTECIPANTE PRENOTA
Corso funi su albero barca a vela 12 ore 20 ore 32 ore 820,00 € IVA esclusa » Iscriviti qui
Preposto funi su albero barca a vela ~ 4 ore ~ 4 ore 8 ore 220,00 € IVA esclusa » Iscriviti qui
Aggiornamento funi su albero barca a vela 4 ore 4 ore 8 ore 220,00 € IVA esclusa » Iscriviti qui

* il valore di iscrizione indicato sul sito potrebbe essere soggetto ad offerte e disponibilità, contattaci per ricevere un preventivo.

Contatta AGRsicurezza

Struttura del Corso Funi su Albero Barca a Vela

Organizzazione Corso Funi su barca a Vela

I corsi di sicurezza per operatori su funi in barca a vela sono un percorso formativo specifico per lavoratori che svolgono lavori in testa d’albero imbarcazioni. In altre parole per tutti coloro che operanti nel settore nautico, eseguono manutenzioni sugli alberi delle barche a vela, cosi come su alberotti di imbarcazioni a motore. Questi lavoratori devono dimostrare idoneità, ai sensi del D.Lgs. 81/2008 per eseguire manutenzioni in sicurezza su drizze, rande, stralli, paratie, sartie etc.

  • Durata: il corso di abilitazione ha durata 32 ore. In caso di formazione Preposto, il corso prevede un ulteriore formazione di 8 ore. Il corso di aggiornamento per addetti lavori in testa albero barca a vela, ha durata 8 ore.
  • Conforme al rispetto requisiti art. 116 e Allegato XXI del D.Lgs 81/2008.
  • Prerequisiti di iscrizione: idoneità psico-fisica per operare in quota, preferibilmente aver conseguito la formazione generale e specifica lavoratori.
  • Sede: La formazione teorica può essere erogata in aula e/o presso strutture idonee allo svolgimento del corso o in modalità remota. La prova pratica sarà svolta su barca a vela.
  • Docenza: formatori rispondenti ai requisiti della normativa e con esperienza documentata in materia.
  • Materiale didattico: la quota di partecipazione al corso comprende il rilascio di idoneo materiale didattico.
  • Frequenza: obbligatoria per almeno il 90% delle ore del corso.
  • Valutazione: mediante questionario scritto in aula o online e superamento prova pratica. L’attestato formativo è rilasciato a condizione che siano superate entrambe le prove.
  • Attestato: a coloro che supereranno le prove è rilasciato l’attestato di Addetto ai Sistemi di Accesso e Posizionamento Funi per l’accesso e il lavoro in sospensione in siti naturali e artificiali. L’attestato è valido su tutto il territorio nazionale quale certificato di formazione ai sensi D.lgs 81/2008.

IL CORSA SARÁ AVVIATO AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO ISCRITTI

Programma e Contenuti Corsi Funi su Albero Barca a Vela

Contenuti formativi del Corso per addetti lavori su Albero Barca a Vela 
Modulo Teoria
  • Presentazione del corso. Normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai cantieri edili ed ai lavori in quota.
  • Analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nei lavori in quota (rischi ambientali, di caduta dall’alto e sospensione, da uso di attrezzature e sostanze particolari, ecc.).
  • DPI specifici per lavori su funi, ovvero imbracature e caschi, cosi come funi, cordini, fettucce, assorbitori di energia ed allo stesso modo connettori, freni, bloccanti, carrucole riferiti ad accesso, posizionamento e sospensione. Loro idoneità e compatibilità con attrezzature e sostanze; manutenzione (verifica giornaliera e periodica, pulizia e stoccaggio, responsabilità).
  • Classificazione normativa e tecniche di realizzazione degli ancoraggi e dei frazionamenti.
  • Illustrazione delle più frequenti tipologie di lavoro con funi, suddivisione in funzione delle modalità di accesso e di uscita dalla zona di lavoro.
  • Tecniche e procedure operative con accesso dall’alto, di calata o discesa su funi e tecniche di accesso dal basso (fattore di caduta).
  • Rischi e modalità di protezione delle funi (spigoli, nodi, usura).
  • Organizzazione del lavoro in squadra, compiti degli operatori e modalità di comunicazione.
  • Elementi di primo soccorso e procedure operative di salvataggio: illustrazione del contenuto del kit di recupero e della sua utilizzazione.
Modulo Pratica
  • Movimento su linee di accesso fisse (superamento dei frazionamenti, salita in sicurezza di scale fisse, tralicci e lungo funi).
  • Applicazione di tecniche di posizionamento dell’operatore.
  • Accesso in sicurezza ai luoghi di realizzazione degli ancoraggi.
  • Realizzazione di ancoraggi e frazionamenti su strutture artificiali o su elementi naturali (statici, dinamici, ecc.).
  • Esecuzione di calate (operatore sospeso al termine della fune) e discese (operatore in movimento sulla fune già distesa o portata al seguito), anche con frazionamenti.
  • Messa in pratica di tecniche operative con accesso e uscita situati in alto rispetto alla postazione di lavoro (tecniche di risalita e recupero con paranchi o altre attrezzature specifiche).
  • Esecuzione di tecniche operative con accesso e uscita situati in basso rispetto alla postazione di lavoro (posizionamento delle funi, frazionamenti, ecc.).
  • Applicazione di tecniche di sollevamento, posizionamento e calata dei materiali.
  • Applicazione di tecniche di evacuazione e salvataggio.

I corsi hanno sede in Ancona quando svolti in aula e la parte pratica è svolta su barca a vela. 

La formazione teorica può essere svolta sia in modalità video conferenza, sia in aula. Le aule formative per la sessione di teoria e di pratica sono situate in zona Ancona sud. Per questo motivo sono facilmente raggiungibili sia da Ancona, sia dai comuni limitrofi. Ad esempio dai comuni in provincia di Ancona come Camerano, Osimo, Castelfidardo, Numana, Sirolo, Loreto, Filottrano, Falconara, Jesi, Senigallia. Similmente, operando in vicinanza casello Autostradale A14 Ancona Sud, siamo facilmente raggiungibili da Macerata, Recanati, Porto Recanati, Civitanova Marche, Fano, Ascoli, Pesaro e altre località. Nel complesso operiamo all’interno della Regione Marche. In caso di richiesta possiamo essere operativi su tutto il territorio nazionale ed estero. In alternativa i corsi teorici sono accessibili, allo stesso modo, in modalità di corsi online. Ugualmente da tutta Italia ed altre nazioni. In caso di richiesta, se presenti le condizioni, possiamo svolgere la formazione anche presso le sedi aziendali.

QUANDO, COME e PERCHÈ svolgere i corsi funi su barca a vela

I corsi funi su barca a vela sono adatti per tutti quei lavoratori che svolgono lavori in testa d’albero imbarcazioni. In altre parole per tutti coloro che operanti nel settore nautico, eseguono manutenzioni sugli alberi delle barche a vela. Cosi come sugli alberotti di imbarcazioni a motori con un’altezza superiore ai 2 metri. In particolare la formazione è un percorso di formazione obbligatorio specifico per i lavoratori ai sensi del D.Lgs. 81/2008. Conseguentemente i corsi sono necessari a tutto il personale aziendale che esegue lavori e manutenzioni con il supporto di funi sugli alberi delle barche.

In ogni caso il corso è adatto per tutti coloro che eseguono attività lavorative e manutenzioni su alberi barca a vela. Con il fine di sostituire o sistemare drizze, rande, stralli, paratie, sartie alte e altre componenti dell’albero barca. Cosi come per coloro che provvedono al posizionamento radar sull’albero barca o luci, faretti, antenne TV e VHF ed installazioni strumenti del vento. A titolo di esempio possiamo pensare a rigger professionisti, armatori, capitani ed equipaggio che svolgono attività di ispezione e manutenzioni sull’albero delle barche a vela.

A causa del potenziale rischio di caduta dall’alto è un corso teso a salvaguardare sia lavoratori autonomi che dipendenti. Per questo oltre che per lavoratori dipendenti il corso è indicato anche per lavoratori autonomi o soggetti privati che eseguono manutenzioni su albero barca. Il fine della formazione infatti è fornire le necessarie conoscenze per operare in sicurezza utilizzando funi e D.P.I. di terza categoria.

Al di là dell’obbligo normativo per lavoratori, i lavori di rigging su alberi, crocette, sartiame sono solitamente sono svolti a decine di metri di altezza. Per questo motivo per svolgere lavori e manutenzione è opportuno prevedere una serie di precauzioni finalizzate a ridurre ed eliminare il rischio di incidenti.

Il corso funi su barca a vela è necessario per dimostrare di aver ricevuto adeguata formazione per operare in sicurezza sui pali degli alberi barca. In altre parole per dimostrare di aver svolto la formazione prevista per i lavoratori ai sensi del Testo Unico in Sicurezza sul Lavoro D.Lgs. 81/2008.

A titolo di esempio pensiamo a mansioni dove l’addetto provvede ad installazioni di luci di via, faretti, antenne TV e VHF, installazione Radar. Cosi come ad attività di ordinaria manutenzione sui pali degli alberi barca. Ad esempio installazione di supporti e staffe artigianali, sostituzione del sartiame. Gli addetti a tali attività sono esposti al rischio caduta dall’alto. In particolare, se operanti in sospensione con utilizzo funi, devono dimostrare di rispettare precisi obblighi formativi. Obblighi formativi espressamente previsti dall’art. 116 e Allegato XXI del D.Lgs.81/2008.

Per questo motivo un addetto che esegue lavori e manutenzioni in sospensione con funi deve dimostrare di aver ricevuto la dovuta formazione.

La frequenza del corso funi su barca a vela punta ad incrementare la responsabilità e la consapevolezza sui rischi degli operatori. Cosi come ad informare sulle corrette tecniche per operare in presenza di attività lavorativa in sospensione funi. Attività ad alto rischio e che molto frequentemente sono causa di gravi incidenti.

Il percorso formativo è costituito sia da una parte teorica sia da una parte pratica. Al suo completamento è previsto il rilascio di un attestato con validità quinquennale. Alla scadenza dei 5 anni, l’addetto che continui ad operare in sospensione con funi sarà tenuto a frequentare un corso di aggiornamento della durata di 8 ore.

La formazione per la sicurezza dei lavoratori è un obbligo imposto per legge a tutti i Datori di Lavoro cosi come previsto dagli articoli 36 e 37 del D.Lgs. 81/2008.

I lavori in sospensione con funi su alberi barca a vela sono assimilati ai cosi detti “lavori in quota”. Cosi come indicati nell’art.107 D.Lgs. 81/2008. Tali attività sono caratterizzare da esposizione a rischio caduta dall’alto da un’altezza superiore ai 2 metri da un piano stabile. Nel caso particolare di manutenzioni su pali albero barche, con operatività in sospensione funi, è previsto il rispetto dall’articolo 116 D.Lgs. 81/2008. Conseguentemente la necessità di formare i lavoratori secondo quanto previsto nell’allegato XXI.

Allo stesso modo, in presenza di lavori in sospensione funi è necessario adottare soluzioni e procedure idonee a salvaguardare gli addetti. Ad esempio utilizzare adeguati D.P.I. di terza categoria.

Nell’ambito di addetti manutenzioni sui pali albero barca è previsto per legge che i lavoratori siano tenuti a frequentare un corso di formazione specifica. Questo al fine di acquisire la conoscenza e la formazione pratica utile a riconoscere, comprendere ed evitare i pericoli della loro attività operativa. La frequenza del corso funi su albero barca permette di dimostrare di aver somministrato l’adeguata formazione ai lavoratori operativi su pali albero barca. Conseguentemente aver formato gli operatori del settore nautica che operano in sospensione su funi. La mancata osservanza delle disposizione di legge da parte del datore di lavoro è punita con pesanti sanzioni e persino con l’arresto.

La normativa di riferimento: