Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

RSPP ASPP | Modulo A

Caricamento Eventi

Biglietti

35 disponibile
RSPP/ASPP - Modulo A364,00 IVA EsclusaIscrizione Corso RSPP/ASPP mod. A

Corso RSPP ASPP – Modulo A

  • Durata: 28 ore
  • Requisiti di ammissione: nessun requisito di ammissione
  • Sede: in aula, presso strutture idonee all’erogazione del corso
  • Docenza: Formatori rispondenti ai requisiti della normativa e con esperienza documentata in materia
  • Materiale Didattico: la quota di partecipazione al corso comprende il rilascio di idoneo materiale didattico
  • Valutazione: la valutazione finale verrà effettuata mediante un test di verifica, in aula. Il test è composto da almeno 30 domande con almeno 3 risposte alternative. Per il superamento del test occorrerà superare con esito positivo almeno il 70% delle domande. Il test può essere integrato da un colloquio di approfondimento.
  • Attestato: rilascio attestato di conseguimento corso RSPP Modulo A

Corso RSPP ASPP – Modulo A

Unità Didattica 1 – 4 ore

  • Presentazione ed Apertura del Corso
    • Gli obiettivi didattici del Modulo;
    • L’articolazione del corso in termini di programmazione;
    • Le metodologie impiegate;
    • Il ruolo e la partecipazione dello staff;
    • Le informazioni organizzative;
    • Presentazione dei partecipanti.
  • L’approccio alla Prevenzione nel D.Lgs. 81/2008
    • La filosofia del D.Lgs. N. 81/2008 in riferimento al carattere gestionale-organizzativo data dalla legislazione al sistema di prevenzione aziendale
  • Il Sistema Legislativo: esame delle normative di riferimento
    • norme vigenti e evoluzione legislativa in tema di Salute e Sicurezza sul Lavoro
    • lo statuto dei lavoratori
    • la normativa sull’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali
    • impostazione di base del d.lgs. 81/2008, con richiami anche ai principi costituzionali ed agli obblighi civili e penali previsti dall’ordinamento giuridico nazionale
    • il quadro giuridico europeo (direttive, regolamenti, raccomandazioni, pareri)
    • I profili di responsabilità amministrativa
    • La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, ecc.
    • Il d.m. 10 Marzo 1998 e il quadro legislativo antincendio.
    • principali norme tecniche UNI, CEI, accenni sulle attività di normalizzazione nazionali ed europee.
  • Il Sistema Istituzionale della Prevenzione
    • Capo II del Titolo I del D.Lgs. 81/2008
  • Il Sistema Istituzionale della Prevenzione
    • Vigilanza e Controllo
    • Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni
    • Le omologazioni, le verifiche perioche
    • Informazione, assistenza e consulenza
    • Organismi paritetici e Accordi di categoria
    • Azienda Sanitaria, Direzione Territoriale del Lavoro, Vigili del Fuoco, INAIL, ARPA

Unità Didattica 2 – 4 ore

  • I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale secondo il D.Lgs. 81/2008
    • Il sistema sicurezza aziendale secondo il D.lgs. N. 81/2008
      • Datore di Lavoro, Dirigenti e Preposti;
      • Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e addetti del SPP
      • Medico Competente
      • Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza e Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale e di sito
      • addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e primo soccorso
      • lavoratori progettisti, fabbricanti, fornitori ed installatori
      • lavoratori autonomi
      • imprese familiari

Unità Didattica 3 – 8 ore

  • Il Processo di Valutazione dei Rischi
    • Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione e protezione
    • Principio di precauzione: attenzione ai lavoratori in stato di gravidanza, alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro
    • Analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo, registro infortuni
    • Analisi delle malattie professionali: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo
    • Le fonti statistiche: strumenti e materiale informativo disponibile
    • Valutazione dei rischi: metodologie e criteri per la valutazione dei rischi
    • Fasi e attività del processo valutativo
    • Il contesto di applicazione delle procedure standardizzate
    • Contenuti struttura e organizzazione nel documento di valutazione rischi
    • La valutazione dei rischi da interferenze e la gestione di contratti di appalto o d’opera o di somministrazione

Unità Didattica 4 – 4 ore

  • Le ricadute applicative e organizzative della valutazione dei rischi
    • classificazione dei rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza
    • segnaletica di sicurezza
    • dispositivi di protezione individuale: criteri di scelta e di utilizzo
  • Le gestione delle emergenze
    • Il Rischio Incendio: caratteristiche e procedure di gestione
    • il Piano di Emergenza e di Primo Soccorso: ambiti ed applicazioni
  • La Sorveglianza Sanitaria
    • Sorveglianza Sanitaria: obbiettivi e obblighi, specifiche tutele per le lavoratrici madri, minori, invalidi, visite mediche e di primo soccorso

Unità Didattica 5 – 4 ore

  • Gli Istituti relazionali: informazione, formazione, addestramento, consultazione e partecipazione
    • Informazione, formazione e addestramento dei soggetti previsti nel D.Lgs 81/20018
    • la consultazione aziendale della sicurezza
    • le relazioni tra i soggetti del sistema di prevenzione

Il corso di Responsabile/Addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione si rivolge a tutti coloro che, interni od esterni all’organizzazione aziendale, desiderino o vogliano assumere un ruolo di presidio all’interno dei servizi di sicurezza aziendali a tutela della salute dei lavoratori.

Tramite il corso infatti, si può avviare il primo passo verso lo sviluppo della propria professionalità nell’ambito della sicurezza sul lavoro, sia come personale interno aziendale sia come consulenti esterni.

In ogni caso, il corso è obbligatorio per tutti coloro che siano chiamati a svolgere il Ruolo di “Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione (RSPP)” o “Addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione (ASPP)“.

Il D.Lgs. 81/2008 prevede infatti, obbligatoriamente, che in ogni organizzazione produttiva di beni o servizi deve essere presente un Responsabile di Servizi di Prevenzione e Protezione (RSPP) ed a seconda delle dimensione o della tipologia aziendale un Addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione (ASPP) in funzione di supporto al Responsabile RSPP. Ciascun soggetto incaricato di svolgere il ruolo di RSPP, deve aver frequentato dei corsi di formazione funzionali al ruolo da svolgere e deve essere in possesso di un attestato che dimostri di aver acquisito una specifica preparazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi.

Si ricorda che, in casi particolari, la funzione di RSPP può essere svolta anche dal Datore di Lavoro.

Il corso RSPP/ASPP Modulo A deve essere svolto da tutti i soggetti che siano designati a svolgere il ruolo di “Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione (RSPP)” o “Addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione ASPP“.

La nomina del RSPP è un obbligo a carico del Datore di Lavoro, a norma del D.Lgs 81/2008, mentre il ruolo di ASPP può essere assegnato in relazione ad una funzione di supporto ai compiti dell’RSPP, anche in base alle dimensioni e alla tipologia di organizzazione aziendale. Il Testo Unico in Sicurezza del Lavoro prevede infatti che ogni Datore di Lavoro è tenuto a nominare un soggetto (che può essere interno ad una azienda, un professionista esterno o anche il datore di lavoro stesso, in alcuni casi), il quale deve essere in possesso di capacità e requisiti adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative, svolgendo i compiti di cui all’art. 33 del d.lgs. 81/08 e coordinando il servizio di prevenzione e protezione dai rischi (SPP), ovvero “l’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori” (art. 2 comma 1 lettera l) del d.lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni).

Il Corso RSPP/ASPP Modulo A è il primo passo verso il completamento del percorso formativo volto all’abilitazione del ruolo di “Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione (RSPP)” o “Addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione (ASPP)“. Per svolgere tali ruoli infatti occorre successivamente frequentare e conseguire i seguenti moduli formativi di tipo B (per abilitarsi al solo il ruolo si ASPP) e i moduli B e C (per conseguire l’ abilitazione al ruolo di RSPP).

Il D.Lgs. 81/2008 statuisce, obbligatoriamente, che le imprese sono tenute alla designazione del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e che tali soggetti devo possedere determinati requisiti professionali previsti dal art. 31 comma 2 D.Lgs. 81/08.

Si ricorda che, in alcuni casi, il ruolo di RSPP può essere assunto dal Datore di Lavoro.

Normativa di riferimento:

  • D.lgs. 81/08 e s.m.i.;
  • ex D.lgs. n.231/2001;
  • D.M. 16.01.1997;
  • D.lgs. 195/03;
  • Accordo Stato – Regioni del 21/12/2011.
Contatta AGRsicurezza